facebook
instagram
whatsapp
telegram

Cammino di Perfezione di S. Teresa di Gesù

02-12-2021 08:00

Fra Vincenzo

Totustuus_ocd,

Cammino di Perfezione di S. Teresa di Gesù

Meditazione n°21

 

 

 

 

 

Meditazione n°21

 

«Una persona che abbia un sano criterio, se comincia ad affezionarsi al bene, vi si attacca fortemente, perché vede che è la cosa più sicura; e quand’anche non sia fatta per arrivare a una grande perfezione, sarà di aiuto alle altre con un buon consiglio e potrà aiutarle in molte altre cose, senza essere di peso a nessuna» (14,2).

 

Il capitolo 14 del Cammino di Perfezione è dedicato al discernimento che si deve fare per coloro che vogliono entrare in convento o in monastero. La santa madre appare molto seria per quanto riguarda la questione e non accetta compromessi. Occorre fare un serio e accurato discernimento e non accettare tutti con la scusa che si è pochi. Dice un antico proverbio: Pochi ma buoni. Non è mai stata la quantità ad essere importante ma la qualità. Oggi, ahimè, assistiamo ad un certo declino della vita religiosa e sacerdotale perché scarseggia il sano discernimento! Spesso si vuole salvare un’anima non curandosi di farne dannare molte altre perché questa non avendo nessun desiderio di crescere nelle virtù, rende la vita claustrale o conventuale un continuo inferno agli altri. Molto spesso queste anime credono di essere migliori e di avere chissà quale carisma e nessuno può permettersi di correggerle o cercare di farle tornare sulla via della vera umiltà. In cuor nostro dobbiamo sempre avere «un sano criterio» ovvero quel discernimento capace di leggere i segni di Dio presenti nelle anime, e più lo avremo per noi stessi, aiutati da un buon padre spirituale, e più lo avremo anche per gli altri. Dobbiamo avere tutti questa disposizione, ovunque il Signore ci ha posto, affinché siamo sempre di giovamento alle anime che incontriamo e non nuociamo a nessuno.

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder